Ultima modifica: 31 Ottobre 2017

Progetto Intercultura

Progetto Intercultura
(Indicare la denominazione del progetto – Funzione Strumentale Sì)

Responsabile progetto
Antonio La Bruna

Descrivere i bisogni individuati
Favorire l’integrazione degli alunni di madre lingua non italiana nella scuola e nella società, in modo che possano seguire le lezioni insieme ai compagni italiani, dialogare ed interagire con loro e con gli insegnanti, sentirsi parte attiva dell’ambiente in cui vivono.
Risultati attesi:
• facilitazione nell’inserimento e nell’integrazione
• miglioramento della socializzazione
• conseguimento di una discreta autonomia linguistica
• partecipazione attiva al lavoro di classe.

Obiettivi da perseguire
L’intervento di alfabetizzazione, accertate le conoscenze linguistiche di base degli alunni e sentite le specifiche richieste ed indicazioni degli insegnanti di classe,intende perseguire i seguenti obiettivi:
1. favorire lo sviluppo del lessico di base al fine di attivare e migliorare le competenze linguistiche e comunicative
2. comprendere e produrre frasi ed espressioni di uso quotidiano volte a soddisfare bisogni di tipo concreto
3. comunicare attività di routine che richiedono scambio di informazioni su argomenti comunica
4. descrivere in termini semplici il proprio vissuto, l’ambiente circostante e situazioni di interesse personale o familiare
5. apprendere l`italiano per studiare, espandendo la conoscenza del vocabolario di base per arrivare ad esprimersi con maggiore ricchezza lessicale, agevolando l’apprendimento dei linguaggi specifici delle varie discipline

Sintesi delle attività previste
Laboratori di alfabetizzazione di primo e secondo livello sia permanenti (intera durata dell’anno scolastico) che temporanei (Fondi del Forte Processo Migratorio).
Progetti solidali: Una scuola per una scuola (Rwanda)
Festa dei Popoli (che si articola in attività che durano per tutto l’anno scolastico e sfociano nella Festa finale.

Metodologie
Nel laboratorio gli insegnanti utilizzeranno tecniche capaci di incentivare e mantenere alta la motivazione, tenendo in considerazione i saperi, le preconoscenze, la cultura d’origine ed il vissuto dell’alunno in quanto tale, creando un clima di apprendimento sereno, in grado di portare l’allievo a conquistare fiducia nelle proprie capacità e ad aumentare l’autostima.
Saranno proposte:
• attività orali quali la narrazione e l’ascolto di racconti e canzoni supportati da disegni e immagini in sequenza
• attività esperienziali proposte secondo la didattica dei “copioni”, che aiutano i bambini a costruire le immagini/mappe mentali relative al mondo in cui vivono
• attività creative, giochi e canti.
• attività operative per consolidare le abilità di letto-scrittura

Verranno utilizzati i seguenti strumenti:
testi per alunni stranieri
manuali operativi specifici
schede di rilevamento delle competenze
testi plurilingue
video per conoscere usi, costumi e tradizioni dei Paesi di provenienza degli alunni
giochi quali memory, tombola, oca che facilitano l’arricchimento lessicale
materiale scaricato dalla rete.
Destinatari : alunni delle Scuole Elementari e Medie che necessitano di Alfabetizzazione di primo e secondo livello.

Gli insegnanti che si occuperanno dei laboratori di alfabetizzazione saranno 3 per le elementari (Faustini, Basile e Loda) e 3 per le medie (Pasotti, Verga e La Bruna).
Le riunioni del CTI si svolgeranno nell’Ambito 9 di Chiari Sebino Franciacorta, l’insegnante referente sarà la dott. Giuliana Costa.
Vengono stesi due calendari delle ore per i due ordini dii scuole.

Durata
Tutto l’anno scolastico
Ore curricolari che si vogliono utilizzare
Ore 116 (Forte Processo, entro dicembre 2017).
Ore svolte dalle prof. Platto (3 settimanali per tutto l’anno) e Fusco (2 settimanali per tutto l’anno)

Periodo di realizzazione
Da ottobre a giugno

Valutazione: metodologie e tempi
Gli insegnanti alfabetizzatori sottoporranno le prove di accertamento delle competenze nella L2 predisposte lo scorso anno dal CTI ovest 1 relative ai livelli A1, A2 e B1 al termine del progetto.
Gli insegnanti di classe stileranno i Piani Educativi Personalizzati, forniti dai responsabili del lab. Alfabetizzazione e verificheranno i risultati in itinere e finali, perché è nel contesto classe che l’alunno straniero interagisce fattivamente con i compagni e qui si verificano i progressi sia nell’ambito delle competenze linguistiche sia in quello dell’integrazione.

Risorse umane
Docenti interni
Referente: Antonio La Bruna
Commissione: Silvia Benedini
Giulia Fieni
Raffaella Basile
Maria Rosaria Lanzone
Lucia Lanzoni
Luisa Feroldi

Insegnanti alfabetizzatori:
La Bruna, Platto, Fusco, Pasotti (scuola media)
Faustini, Basile (scuola elementare)

Personale interno coinvolto
Responsabile progetto Antonio La Bruna
Referente Elementari Benedini Silvia

Commissione
Verga Alessandra
Pasotti Mariangela
Faustini
Basile

 

 

Travagliato, 26 ottobre 2017

L’Insegnante Responsabile del Progetto
Antonio Vito La Bruna